Appuntamento di festa per il volontariato locale

Arconate Nostra unisce le associazioni

II grazie dell'amministrazione coinvolge diciotto gruppi e diversi altri cittadini impegnati per rendere sempre migliore il vivere quotidiano in paese

 

Volontariato in festa ad Arconate. Si è svolta domenica scorsa presso il ristorante 'L'angolo del ristoro' la cena ormai nota con il titolo di 'Arconate Nostra', un appuntamento fisso, scelto dall'Amministrazione comunale per ringraziare i cittadini impegnati a vario titolo in ambito sociale.
"Una grande partecipazione; il paese vivo ed entusiasta ci da forza per proseguire. Un appuntamento che si ripete da quattro anni, sempre con grandi risultati", ha commentato il sindaco Mario Mantovani che non ha mancato di presenziare.
1 protagonisti? Loro, i presidenti, segretari e consiglieri di diciotto associazioni. Sei di carattere socio-umanitario: Centro Anziani e pensionati, APDA, AVIS, AIDO, ACLI, Arconate serena; quattro associazioni culturali: la Banda S. Cecilia, la Folkloristica, II Gruppo di storia locale, i Placidi; quattro gruppi sportivi: Milan Club, Inter Club, la Bocciofila, il G.S.A. e quattro anche le Associazioni d'arma; Alpini, Bersaglieri, Marinai, Associazione famiglie Caduti e Dispersi in guerra. E ancora quanti collaborano a vario titolo col Comune per la riuscita di feste e manifestazioni fornendo attrezzature, come Antonio Zocchi, o tempo come le 'postine' che distribuiscono nelle case i ciclostilati e le pubblicazioni dell'Amministrazione; chi conferisce il proprio lavoro, il gruppo delle sarte che confeziona costumi e oggetti per ogni occasione cittadina o i valenti cuochi arconatesi sempre a disposizione a i fornelli per ogni evento locale; il gruppo del rione Usignolo e semplici cittadini come la signora Luminosa incaricata di far rispettare tra l'altro le ordinanze sull'ambrosia.
Un ringraziamento è andato anche alla Commissione Giovani, Sport e tempo libero e a consiglieri ed assessori per la loro continua disponibilità. "E' un momento di ritrovo dedicato a chi fa veramente tanto per il paese - ha precisato l'assessore Antonia Tunici - La festa è anche occasione di incontro, scambio e confronto tra le associazioni stesse dal quale scaturiscono spesso idee e nuove iniziative".
Come afferma Parotti, padre di Roberto alla cui memoria ogni anno si disputa il torneo omonimo: "Sono momenti sociali di convivio che fanno veramente piacere. Siamo sempre di corsa e stressati, qui si sosta un attimo con allegria, gioia e voglia di comunicare". Attilio Bacati dell'associazione Bersaglieri aggiunge: "In nessun altro paese vi sono tante forze organizzate che danno sostegno al Sindaco e alla comunità" e "L'on. Mantovani ci sprona sempre e noi siamo ben lieti di dare una mano alla società", concludono i responsabili delle Associazioni Alpini e Marinai.
Al termine della serata ha esordito la vendita dei biglietti della sottoscrizione a premi dell'anno nuovo organizzata dalla Folkloristica e dal Comune i cui proventi saranno destinati in beneficenza.

 

 

Articolo tratto dal "Giornale dell'Altomilanese" del 28 gennaio 2005